Umanità e gentilezza

da | Dic 14, 2022 | La voce dei nostri assistiti

“Gentili Signori, non mi rivolgerò a Voi esprimendo i Vostri gradi, perché avendo parlato con più persone non li ricordo, e perché sarebbe riduttivo.   Ho avuto modo di incontrare M.lli, Colonnelli, ecc. ma i gradi non fanno di questi uomini dei Signori. Invece le persone del Vostro staff con cui ho parlato meritano tale appellativo poiché fanno del loro lavoro una missione e non un passatempo. Vi scrivo questa lettera per ringraziarVi di quanto avete fatto per la mia famiglia, e soprattutto dell’umanità che avete dimostrato nei miei confronti. Caratteristica rara al giorno d’oggi, sia tra militari e non. Poche persone dalla morte di mio marito hanno mostrato tanta gentilezza come Voi e aggiungerei anche competenza.

Vorrei che aveste conosciuto . . . . . . , e perciò colgo l’occasione per presentarVelo in un modo un po’ inusuale. Allegherò alla presente lettera un’immaginetta di mio marito, sperando che ciò non urti la sensibilità di nessuno, e che sia un gesto gradito e chissà scoprire che vi  siete incontrati. Vi invito inoltre a visitare il sito che abbiamo fatto in suo onore: . . . . . . . . .

Vi ringrazio ancora e cordialmente Vi abbraccio. In fede . . . . . . . . .“